Food waste: da sperpero a ricchezza, esperienze dall’Italia e dal mondo

food and tecMartedì 2 dicembre Antonio Munarini, Responsabile Ricerca e Sviluppo Ecozema, parteciperà al convegno “Food waste: da sperpero a ricchezza, esperienze dall’Italia e dal mondo. Strategie di valorizzazione per una filiera alimentare sostenibile e innovativa”.

L’iniziativa, che verrà ospitata a Milano nello Spazio Oberdan a partire dalle 9.30, è alla sua seconda edizione ed è dedicata alla sostenibilità della filiera agroalimentare, proponendo testimonianze dal respiro internazionale al fine di approfondire lo stretto legame d’interdipendenza nei processi e nelle attività che rappresentano il sistema alimentare.

L’intervento che vede protagonista la nostra azienda ha l’obiettivo di illustrare come l’uso di prodotti biodegradabili e compostabili risolva la difficoltà di avviare al riciclo le stoviglie monouso “inquinate” da resti di cibo e bevande.

Da qui è nata infatti l’idea di sviluppare una linea di prodotti monouso che a fine vita potessero essere raccolti unitamente ai resti di cibo e avviati al riciclaggio organico (compostaggio aerobico o anaerobico).

Inoltre, oltre alle possibilità offerte nel fine vita, molto spesso questo tipo di materiali derivano da fonti rinnovabili, portando pertanto con sé un altro importante valore aggiunto di tipo ambientale. L’offerta attuale di prodotti compostabili consente di soddisfare una buona fetta delle necessità legate alla somministrazione del cibo.

Negli ultimi anni poi, grazie al miglioramento dei materiali e delle tecnologie di processo, si sta aprendo un’altra frontiera importante legata al confezionamento dei prodotti.

Per partecipare al convegno – che è rivolto a tutte le professioni che si occupano di sviluppo del sistema agro-alimentare, responsabili acquisti e logistica GD e GDO, marketing, qualità, R&D – è necessaria la registrazione a questo link.

condividi
30/11/2014