Sostenibilità

Il nuovo logo Ecozema: erede di una storia di sostenibilità che evolve

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”: così Antoine-Laurent de Lavoisier ha sintetizzato i processi che avvengono in natura.

Ci siamo ispirati alle trasformazioni così come avvengono in natura e abbiamo deciso di trasformare la nostra immagine a partire da quello che facciamo e da come lo facciamo. (altro…)

condividi
10/10/2017

Bioplastiche: l’esperienza di Ecozema trasmessa su Rai Uno

Il problema relativo all’inquinamento e, in particolar modo, allo smaltimento della plastica è un argomento sempre più discusso.

A tal proposito anche la trasmissione Unomattina ha scelto di affrontare il tema, dedicando una parte della puntata andata in onda su Rai Uno lo scorso 25 aprile proprio all’inquinamento da polimeri e alle possibili soluzioni.

Tra queste, è stato individuato l’impiego delle bioplastiche: materiali altrettanto modellabili e resistenti, ma ottenuti dalla lavorazione di fibre vegetali e, dunque, completamente biodegradabili e compostabili.

Alla luce di ciò, il programma televisivo di Rai Uno ha individuato in Ecozema l’esempio di attività imprenditoriale che, realizzando prodotti in bioplastica, contribuisce allo sviluppo di questo settore e alla promozione dell’economia circolare.

“La direttiva europea ci invita a ridurre gli sprechi di plastica – afferma il nostro AD Armido Marana, intervistato dai microfoni di Unomattina – I nostri prodotti, se regolarmente conferiti, smaltiti e gettati con gli avanzi di cibo, in 90 giorni diventano compost“.

Nel prosieguo della trasmissione, sono state esibite alcune bioplastiche quali il Mater-Bi e il P.L.A. che la nostra azienda utilizza quotidianamente per creare stoviglie biodegradabili e compostabili.

Inoltre, semplificando la complessità delle strutture plastiche e bioplastiche, nello studio televisivo è stato illustrato come le prime abbiano una tenacia e una renitenza alla biodegradabilità decisamente superiori alle seconde, risultando assai difficili da smaltire.

Tale ritrosia alla biodegradabilità porta alla semplice frammentazione della materia plastica che, tuttavia, non scompare. I suoi frammenti (le cosiddette microplastiche e nanoplastiche) si spargono nell’ambiente e, spesse volte, vengono ingeriti dalla fauna, entrando a far parte della catena alimentare animale e, di conseguenza, anche umana.

Dal minuto 38 e 13 secondi potrete seguire il servizio sulle bioplastiche, trasmesso durante la puntata di Unomattina che troverete integralmente a questo link: https://www.raiplay.it/video/2019/04/Unomattina-9fb2f0ef-a4fc-4bcf-b3d9-959e548089a0.html

condividi
08/05/2019

Rimini Marathon 2019: la maratona plastic free grazie alle stoviglie biodegradabili e compostabili di Ecozema

Domenica 31 marzo si è disputata la sesta edizione della Rimini Martahon, l’evento sportivo che ha coinvolto oltre 10 mila persone tra atleti, appassionati e famiglie.

La gara, suddivisa in tre diverse distanze percorribili (maratona, ten miles e family run), ha animato le vie riminesi e non solo, coinvolgendo anche i comuni di Riccione e di Misano.

Durante questo appuntamento, che da anni si sta rivelando una delle competizioni podistiche più seguite a livello nazionale, non sono mancati i momenti di ristoro. Pause rigeneranti all’insegna della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente grazie alla scelta degli organizzatori di rendere la maratona completamente plastic free, affidandosi alle stoviglie biodegradabili e compostabili di Ecozema.

Da qui la nostra adesione all’evento, con la fornitura di 70mila bicchieri, 6mila piatti, 6mila kit posate, frutto della collaborazione con Mater-Bi e Sisifo, partner di sostenibilità. A questi prodotti si sono inoltre aggiunti i 6mila shopper biodegradabili e compostabili relativi al progetto di legalità SacchETICO

Una partnership che, come anticipato in conferenza stampa dagli organizzatori, ha dato “la possibilità di dotare tutti i partecipanti, di tutte le singole gare, di bicchieri in Mater-Bi e di una serie di prodotti che vanno ad individuare un’organizzazione molto più sostenibile anche per programmare manifestazioni di questo tipo”.

condividi
03/04/2019

Fa’ la cosa giusta! 2019: torna a Milano l’appuntamento con la sostenibilità

Dall’8 al 10 marzo torna a Milano l’appuntamento con Fa’ la cosa giusta! 2019, la prima e più grande fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata da Terre di mezzo Eventi.

La manifestazione, giunta quest’anno alla sedicesima edizione, si articolerà in dieci Sezioni Tematiche e alcuni Spazi Speciali che approfondiranno diversi aspetti della sostenibilità ambientale.

Dopo il successo dell’edizione 2018, chiusa con 91.000 presenze, anche quest’anno è confermato l’ingresso gratuito per i visitatori.

Ecozema sarà presente in fiera sia come partner dell’evento sia con uno stand espositivo, nel quale potrete conoscere l’intera gamma di prodotti monouso per il foodservice, biodegradabili e compostabili, certificati secondo la normativa UNI EN 13432.

Come ogni anno, infatti, la manifestazione ha scelto di utilizzare stoviglie compostabili per la somministrazione di alimenti e bevande all’interno del quartiere fieristico per un ridotto impatto ambientale dell’evento.

Inoltre, Ecozema parteciperà come partner tecnico al “Altrementi Chef – Cooking 4 all”: il contest culinario a squadre, rivolto a persone con disabilità intellettivo – relazionali, che per l’intero weekend animerà il Padiglione 3 della fiera. Un evento nell’evento per focalizzare l’attenzione sull’autonomia professionale di queste persone, vere e proprie risorse preziose e sensibili che fortunatamente riescono spesso a trovare un’occupazione nel mondo del lavoro e soprattutto nel settore ristorativo.

Vi aspettiamo a Fa’ la cosa giusta! a Milano, presso gli storici padiglioni di Fieramilanocity, Padiglione 3 Stand SB15 (Area “Servizi per la Sostenibilità”)

condividi
20/02/2019

Dal 9 all’11 febbraio i prodotti Ecozema saranno presenti alla fiera “Cucinare 2019” a Pordenone

 Come ogni anno, l’appuntamento enogastronomico è alla Fiera di Pordenone che, dal 9 all’11 febbraio, ospiterà la 7^ edizione di “Cucinare, per piacere per mestiere: il Salone di riferimento per gli appassionati di cucina e i professionisti della ristorazione del Nord Est.

Un evento che, grazie ad una serie di incontri, andrà a coinvolgere i migliori chef italiani e prestigiosi ospiti internazionali, nonché giornalisti e personaggi attivi nel settore culinario.

Una manifestazione davvero imperdibile per gli addetti ai lavori, ma anche per coloro che intendono scoprire l’affascinante e appetitoso mondo della cucina!

Come le scorse edizioni, anche quest’anno Ecozema sarà presente in qualità di partner. I nostri prodotti, infatti, verranno utilizzati negli show cooking durante i quali gli chef sfoggeranno le loro abilità ai fornelli, con piatti gustosi e raffinati.

Inoltre, durante le tre giornate saremo presenti con uno spazio espositivo nel quale potrete conoscere i nostri prodotti monouso per il foodservice, biodegradabili e compostabili, conformi alla norma UNI EN 13432.

Per informazioni e programma: www.cucinare.pn

condividi
07/02/2019

Il Progetto Fra’ Sole premiato al Concorso nazionale “Verso un’economia circolare”

Il 1° dicembre, in occasione dell’evento “Economia circolare: modelli economici, stili di vita e sostenibilità”, si è svolta a Brescia la cerimonia di Premiazione della seconda edizione del Premio nazionale “Verso un’economia circolare”.

Il Premio, promosso da Fondazione Cogeme Onlus e Kyoto Club, con il sostegno di Fondazione Cariplo, era rivolto a Enti locali e Aziende che, negli anni 2016-2018, avessero realizzato, avviato oppure approvato e autorizzato percorsi virtuosi in grado di attivare processi di significativa riduzione dei rifiuti a favore di un utilizzo efficiente delle risorse materiali in un’ottica di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Tra i candidati al concorso era presente anche il Progetto Fra’ Sole, di cui siamo partner tecnici: il progetto di sostenibilità del Complesso Monumentale del Sacro Convento di Assisi, promosso dalla Custodia Generale del Sacro Convento, Arpa Umbria e Sisifo.

Nel corso dell’evento, il Progetto ha ottenuto il massimo riconoscimento “per l’elevato messaggio di educazione ambientale e di sostenibilità, l’innovatività dell’intervento, le sinergie avviate con i soggetti coinvolti (partnership pubblico-privato e protocollo di intesa con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) a favore dello sviluppo sostenibile“.

Il premio è stato consegnato a Giuseppe Lanzi di Sisifo, in qualità di coordinatore del progetto che ha così commentato: “Nonostante il Premio sia stato assegnato a Sisifo, si tratta di un riconoscimento per tutti i promotori e i partner di progetto che nei prossimi tre anni si sono impegnati a rendere il Complesso monumentale del Sacro Convento di Assisi un vero e proprio luogo di sensibilizzazione e divulgazione di una rinnovata coscienza ambientale in un’ottica di ecologia integrale”.

Per maggiori informazioni: www.frasole.org

condividi
08/01/2019
precedenti