blog

WOW – Wheels On Waves 2019: 45 giornate di navigazione per abbattere ogni tipo di barriera

Venerdì scorso si è tenuta, a Lignano Sabbiadoro (UD), la conferenza stampa di WOW – Wheels On Waves: un progetto itinerante volto a promuovere il rispetto dei diritti delle persone disabili, coinvolgendole in un’avventura unica e indimenticabile.

L’iniziativa, giunta alla sua terza edizione, si sviluppa attraverso il viaggio de “Lo Spirito di Stella: il primo catamarano al mondo completamente accessibile, ideato per veicolare un importante messaggio contro le barriere architettoniche e contro quei limiti fisici e, soprattutto, psicologici che spesso ci impediscono di vivere esperienze meravigliose.

Solcando il Mar Adriatico per ben 6 mesi, il progetto mira a condannare qualsiasi tipo di discriminazione e a raccontare un viaggio che possa spingere le persone a non arrendersi e a superare i propri limiti.

L’imbarcazione, realizzata da Andrea Stella in seguito ad una lesione irreversibile alla colonna vertebrale che dal 2000 lo costringe su una sedia a rotelle, è priva di ostacoli architettonici e gli spazi sono accessibili a tutti.

Il programma prevede, da qui ad ottobre, 45 giornate di navigazione durante le quali verrà imbarcato un equipaggio composto da 4-6 persone disabili e relativi accompagnatori. Ciascun velista per un giorno verrà aggiornato sulle regole di bordo nonché sul ruolo da ricoprire durante l’esperienza.

Durante il viaggio, si svolgeranno degli open day che consentiranno di salire a bordo e visitare l’imbarcazione oppure partecipare alle tratte di navigazione tra i vari porti del percorso, diventando così parte attiva del progetto.

Anche quest’anno Ecozema sostiene questa splendida iniziativa, fornendo le stoviglie biodegradabili e compostabili che verranno utilizzate sul catamarano.

Per maggiori informazioni, visita il sito www.wheelsonwaves.com

condividi
11/06/2019

“Transitions”: Ecozema partner ufficiale di TEDxVicenza 2019

Anche quest’anno torna, a Vicenza, l’appuntamento con TEDxVicenza: l’evento che, riprendendo il celebre marchio di conferenze statunitensi, mira ad affrontare i maggiori temi di attualità attraverso l’intervento di diversi relatori.

TED, infatti, è l’acronimo di “Technology, Entertainment, Design”, e rappresenta un’organizzazione no profit fondata nel 1984 in California. Dopo essere divenuto un punto di riferimento per l’incontro delle menti più brillanti del pensiero globale, TED si è diffuso anche in molte città degli Stati Uniti d’America e dell’Europa, approdando qualche anno fa anche in Italia.

Il tema portante dell’edizione 2019 vicentina riguarderà le “Transitions”, i cambiamenti che, in senso lato, coinvolgono la nostra società.

Un’ampia riflessione volta ad analizzare, in modo critico e consapevole, non solo i mutamenti ma anche le barriere che fisicamente e socialmente frenano e separano gli individui.

Gli Speakers esprimeranno la propria opinione in un confronto multidirezionale e multidisciplinare, dalla scienza alla letteratura, passando per la tecnologia e per la sociologia.

E anche quest’anno Ecozema parteciperà, in veste di partner ufficiale, all’iniziativa, fornendo le stoviglie biodegradabili e compostabili che verranno utilizzate nei momenti di ristoro previsti durante l’evento.

Appuntamento, dunque, a sabato 8 giugno, presso il Teatro Comunale di Vicenza.

Per ulteriori informazioni: https://www.tedxvicenza.com/

condividi
07/06/2019

A Chiuduno, la riscoperta dei sapori e delle culture indigene con “Lo Spirito del Pianeta”

Anche quest’anno, presso il Centro Fieristico di Chiuduno in provincia di Bergamo, si terrà “Lo Spirito del Pianeta”: il festival internazionale dei gruppi tribali e indigeni del mondo che dal 24 maggio al 9 giugno 2019 porterà nel comune lombardo musica, colori, spettacoli, artigianato e piatti tipici di diverse etnie, al fine di favorire e promuovere l’incontro tra le varie culture che popolano la Terra.

Un messaggio di fratellanza per abbattere gli stereotipi e riscoprire la ricchezza delle tradizioni popolari indigene.

A ciò si affianca l’obiettivo di salvaguardare le minoranze e di valorizzare le loro esperienze, tutelandone le condizioni economiche e ambientali indispensabili per la loro sopravvivenza.

La manifestazione, ad ingresso gratuito, presenta un programma colmo di appuntamenti; alle esibizioni di artisti provenienti da tutto il mondo, si alterneranno interessanti momenti di riflessione, mentre saranno costantemente presenti dieci postazioni in cui i visitatori potranno gustare tanto i sapori locali quanto i piatti di cucine più esotiche.

A tal proposito, come per la scorsa edizione, anche quest’anno verranno utilizzate le stoviglie biodegradabili e compostabili di Ecozema: una scelta sostenibile per ridurre sensibilmente l’impatto ambientale dell’evento, in linea con i valori promossi dal festival.

Per maggiori informazioni e per il programma integrale: www.lospiritodelpianeta.it

condividi
23/05/2019

Bioplastiche: l’esperienza di Ecozema trasmessa su Rai Uno

Il problema relativo all’inquinamento e, in particolar modo, allo smaltimento della plastica è un argomento sempre più discusso.

A tal proposito anche la trasmissione Unomattina ha scelto di affrontare il tema, dedicando una parte della puntata andata in onda su Rai Uno lo scorso 25 aprile proprio all’inquinamento da polimeri e alle possibili soluzioni.

Tra queste, è stato individuato l’impiego delle bioplastiche: materiali altrettanto modellabili e resistenti, ma ottenuti dalla lavorazione di fibre vegetali e, dunque, completamente biodegradabili e compostabili.

Alla luce di ciò, il programma televisivo di Rai Uno ha individuato in Ecozema l’esempio di attività imprenditoriale che, realizzando prodotti in bioplastica, contribuisce allo sviluppo di questo settore e alla promozione dell’economia circolare.

“La direttiva europea ci invita a ridurre gli sprechi di plastica – afferma il nostro AD Armido Marana, intervistato dai microfoni di Unomattina – I nostri prodotti, se regolarmente conferiti, smaltiti e gettati con gli avanzi di cibo, in 90 giorni diventano compost“.

Nel prosieguo della trasmissione, sono state esibite alcune bioplastiche quali il Mater-Bi e il P.L.A. che la nostra azienda utilizza quotidianamente per creare stoviglie biodegradabili e compostabili.

Inoltre, semplificando la complessità delle strutture plastiche e bioplastiche, nello studio televisivo è stato illustrato come le prime abbiano una tenacia e una renitenza alla biodegradabilità decisamente superiori alle seconde, risultando assai difficili da smaltire.

Tale ritrosia alla biodegradabilità porta alla semplice frammentazione della materia plastica che, tuttavia, non scompare. I suoi frammenti (le cosiddette microplastiche e nanoplastiche) si spargono nell’ambiente e, spesse volte, vengono ingeriti dalla fauna, entrando a far parte della catena alimentare animale e, di conseguenza, anche umana.

Dal minuto 38 e 13 secondi potrete seguire il servizio sulle bioplastiche, trasmesso durante la puntata di Unomattina che troverete integralmente a questo link: https://www.raiplay.it/video/2019/04/Unomattina-9fb2f0ef-a4fc-4bcf-b3d9-959e548089a0.html

condividi
08/05/2019

Rimini Marathon 2019: la maratona plastic free grazie alle stoviglie biodegradabili e compostabili di Ecozema

Domenica 31 marzo si è disputata la sesta edizione della Rimini Martahon, l’evento sportivo che ha coinvolto oltre 10 mila persone tra atleti, appassionati e famiglie.

La gara, suddivisa in tre diverse distanze percorribili (maratona, ten miles e family run), ha animato le vie riminesi e non solo, coinvolgendo anche i comuni di Riccione e di Misano.

Durante questo appuntamento, che da anni si sta rivelando una delle competizioni podistiche più seguite a livello nazionale, non sono mancati i momenti di ristoro. Pause rigeneranti all’insegna della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente grazie alla scelta degli organizzatori di rendere la maratona completamente plastic free, affidandosi alle stoviglie biodegradabili e compostabili di Ecozema.

Da qui la nostra adesione all’evento, con la fornitura di 70mila bicchieri, 6mila piatti, 6mila kit posate, frutto della collaborazione con Mater-Bi e Sisifo, partner di sostenibilità. A questi prodotti si sono inoltre aggiunti i 6mila shopper biodegradabili e compostabili relativi al progetto di legalità SacchETICO

Una partnership che, come anticipato in conferenza stampa dagli organizzatori, ha dato “la possibilità di dotare tutti i partecipanti, di tutte le singole gare, di bicchieri in Mater-Bi e di una serie di prodotti che vanno ad individuare un’organizzazione molto più sostenibile anche per programmare manifestazioni di questo tipo”.

condividi
03/04/2019