Bioshopper: multe per chi commercializza sacchetti non biodegradabili e compostabili

1209248_10151677779251169_1098672217_nLo scorso 23 luglio il Senato ha approvato l’emendamento che prevede sanzioni pecuniarie per chi commercializza sacchetti monouso per l’asporto delle merci che non sono biodegradabili e compostabili secondo la normativa europea UNI EN 13432.

Il provvedimento, con decorrenza immediata, pone finalmente fine alla circolazione dei cosiddetti falsi bioshopper, nonostante la normativa in vigore ne vietasse già la commercializzazione.

“L’approvazione del Decreto Competitività rappresenta per il settore delle bioplastiche il  completamento dell’iter normativo sugli shopper e serve a dare finalmente quella chiarezza che tutto il settore chiede, a sostegno della raccolta differenziata della frazione organica che ormai si sta diffondendo con successo in tutto il territorio nazionale, generando importanti progetti industriali nel settore della green economy su cui tanto sta puntando l’Unione Europea”, ha dichiarato Marco Versari, Presidente di Assobioplastiche.

Per ulteriori approfondimenti:

ASSOBIOPLASTICHE “Le Commissioni Ambiente e Industria del Senato approvano emendamento sulla immediata entrata in vigore delle sanzioni per chi commercializza buste non compostabili”;

ALTERNATIVA SOSTENIBILE “Bioshopper: approvato emendamento sulle sanzioni”;

ECO DALLE CITTA’ “Sacchetti, multe ai trasgressori. Approvata la norma in Senato”;

POLIMERICA “Shopper: in arrivo le multe?

condividi
28/07/2014