Accordo Ecozema – a|impact: i commenti dei protagonisti

Durante la 18^ edizione di Fa’ la cosa giusta! a Milano, si è tenuta la conferenza stampa riguardante l’ingresso del fondo a|impact in Ecozema, operazione che ha portato un’importante iniezione di risorse finanziarie, da 1,5 milioni di euro, per sostenere la crescita della nostra azienda.

Il fondo a|impact è un veicolo di investimento promosso da Avanzi S.p.A. SB e dal Gruppo Banca Etica, volto a supportare la crescita di PMI e startup innovative la cui missione consiste nel generare un impatto sociale, ambientale e culturale positivo sulla collettività. Obiettivi e valori che trovano riscontro nella filosofia imprenditoriale di Ecozema, storicamente attenta ai temi legati alla sostenibilità.

Abbiamo progetti di crescita molto interessanti e piuttosto importanti per la nostra società – ha affermato l’AD di Ecozema, Armido Maranae sentiamo l’esigenza di avere un compagno di viaggio che ci aiuti nella gestione della dimensione finanziaria”, sottolineando poi come Ecozema sia stata antesignana dell’economia circolare e della sostenibilità in quella triplice declinazione ambientale, economica e sociale ricordata anche dall’ONU nell’Agenda 2030.

Ci sono normative di carattere europeo – ha proseguito Marana – che tendono a privilegiare i prodotti che arrivano da fonti rinnovabili e che possono essere riciclati completamente senza destinarli a discarica o a incenerimento: questa è la nostra missione”.

Nonostante a|Impact tenda a concentrarsi su startup innovative, tale fondo ha scelto di investire in Ecozema poiché, come sottolineato dall’AD di a|impact Matteo Bartolomeo, ha visto “nel management e nella proprietà di Ecozema la voglia e la capacità di innovare continuamente, di guardare al futuro con ottimismo, di intravedere degli spazi e delle opportunità di mercato e di generazione di impatto. Crediamo che questa società possa essere ulteriormente accompagnata nel percorso di crescita”.

La storia di Ecozema, già Fabbrica Pinze Schio, attraversa ben tre secoli e, a partire dagli anni Duemila, ha condotto l’azienda a concentrarsi sulla trasformazione delle bioplastiche in prodotti biodegradabili e compostabili certificati per il food service. “Dalla plastica convenzionale – ha ricordato il Presidente di Ecozema, Antonio Munarinisi è passati ai biopolimeri compostabili. Lì nasce anche il brand Ecozema, brand che in vent’anni diventa l’attività principale dell’azienda, tanto che nel 2021 decidiamo di fare il cambio della ragione sociale: da Fabbrica Pinze Schio a Ecozema S.r.l. Società Benefit”, consolidando ulteriormente gli obiettivi di sviluppo sostenibile che accompagnano quelli prettamente imprenditoriali. 

La leadership culturale sui temi della sostenibilità – ha infine concluso Matteo Bartolomeo di a|impact – ci fa pensare che Ecozema possa essere un campione nel suo mercato di riferimento e possa essere esemplare per altre imprese”.

Di seguito, la clip dedicata all’accordo.

condividi
20/05/2022